la storia della (mia) FASCITE PLANTARE... che non c'è più
ECO-INTERVENTISTICA FIRENZE - Terapia Eco-Guidata  di Patologie Muscolo-Scheletriche
RSS Diventa fan

Articoli recenti

Sull'importanza di fare diagnosi
la storia della (mia) FASCITE PLANTARE... che non c'è più
FASCITE PLANTARE: uscirne si può!
Perchè ' l' ECOGRAFIA nell'interventistica muscolo-scheletrica
Ringraziamento di Alessandra

Categorie

ATLETICA LEGGERA
ecointerventistica
fisiatria
FITNESS
GERIATRIA
MEDICINA
MEDICINA DEL LAVORO
MEDICINA DELLO SPORT
Medicina Generale
ORTOPEDIA
podismo
RIABILITAZIONE
salute
SPORT
TENNIS
powered by

Il mio blog

la storia della (mia) FASCITE PLANTARE... che non c'è più

Esperienza da paziente:

sono passate ormai 4 settimane dal  PRIMO e UNICO trattamento percutaneo, infiltrativo, (AUTO) ecoguidato per la cura della mia FASCITE PLANTARE.

Dopo il trattamento ho rispettato l'uso del plantare, una prima settimana di astensione da attività sportiva, stretching, massaggio con pallina e bottiglietta ghiacciata.

Quindi ho ripreso le attività  sportive: dopo 10 allenamenti di corsa a carico crescente  (prima 20' sul tapis roulant, poi 30' su terreno non asfaltato, poi 40' fino ad un'ora su strada eseguito ieri) posso dire di essere GUARITO!

Asintomatico durante l'attività, asintomatico al movimento a freddo (per esempio dopo il riposo notturno), asintomatico a riposo.

Volendo vedere l'aspetto positivo dell'infortunio, l'aver sperimentato su sé stessi l'efficacia di una  terapia che effettuiamo quotidianamente su altri,  ci rende ancora più convinti di questa  BUONA  PRATICA.